Back

Stay hungry of true life

Martina Masini

University / School

Istituto Modartech

Per la mia collezione voglio parlare di un tema che mi sta molto a cuore nonché i disturbi alimentari. Le persone che ne soffrono vedono la vita attraverso degli occhiali neri che vengono imposti dalla loro mente e che danno un’immagine distorta della realtà e di loro stessi. Parte tutto dalla parte inconscia della loro mente che non possono controllare, e da un continuo e persistente pensare. Nella mia collezione ho pensato di creare abiti con pelle ,quasi strutturati che non fasciassero il corpo per esprimere la volontà di nascondersi che hanno coloro che si vergognano del proprio corpo. Al contrario, per rappresentare il desiderio di accettarsi e di riuscire ad avere un rapporto sano con il proprio corpo e che si amano per come sono fatti, ho pensato di ideare abiti in rete in grado di fare vedere cosa “c’è sotto”.

For my collection I want to talk about a topic that is very close to my heart as well as eating disorders. People who suffer from it see life through black glasses that are imposed by their mind and that give a distorted image of reality and of themselves. It all starts from the unconscious part of their mind that they cannot control, and from a continuous and persistent thinking. In my collection I thought of creating clothes with leather, almost structured that did not wrap the body to express the desire to hide that those who are ashamed of their body have. On the contrary, to represent the desire to accept oneself and to be able to have a healthy relationship with one’s body and that they love each other as they are made, I thought of designing clothes on the net that can show what “is underneath”.